"Cancer of Olives" in Salento Diocese promotes the "funeral" - The Republic

Details
Promoted
Sites: 
IBIS PH
Channel: 
Search engines
Text (summary): 

A sad funeral procession in the country, prayers said, his eyes filled with tears, women dressed in mourning, and even the priest who pours the incense in the air: it is the funeral of the olive trees, immortalized in a video commissioned by the Diocese of Ugento - Santa Maria di Leuca, which depopulated days on the web. An initiative of the curia wanted and promoted through the Foundation Monsignor Vito De Grisantis, to promote debate on Xylella fastidiosa, "the cancer of Olives", "which has already spread over 40,000 hectares, hit a million trees Salento - too many "as it is written in the credits of the mini-short film made by Antonio Scarcella and Michael Rizzo with the help of Laura Bell Iorec for production. The video was filmed in the village of Tiggiano and agro Gallipoli, or the areas most affected by the bacteria killer, and show scenes from everyday life of elderly Salento, where the death of the olive tree is like that of a loved one.

 

Tags
Locations
LocationCoordinatesRelevanceShow on map
Salento, Apulia, Italy40.36°N 18.15°E0.692Yes
Discovery
Original language: 
Original title: 
"Cancro degli ulivi" in Salento: Diocesi promuove i "funerali" - La Repubblica
Original text (summary): 

Un mesto corteo funebre in campagna, preghiere recitate con gli occhi pieni di lacrime, donne vestite a lutto e persino il parroco che effonde l'incenso nell'aria: è il funerale degli ulivi, immortalato in un video commissionato dalla Diocesi di Ugento – Santa Maria di Leuca, che da giorni spopola sul web. Un'iniziativa che la curia ha voluto e promosso attraverso la Fondazione monsignor Vito De Grisantis, per promuovere il dibattito sulla Xylella fastidiosa, “il cancro degli ulivi”, “che si è già diffuso su 40.000 ettari, ha colpito un milione di alberi in Salento - tanti, troppi” come è scritto nei titoli di coda del mini-cortometraggio realizzato da Antonio Scarcella e Michele Rizzo con l'aiuto di Laura Campanile per Iorec produzione. Il video è girato tra il paese di Tiggiano e l'agro di Gallipoli, ovvero le zone più colpite dal batterio killer, e mostra scene di vita quotidiana di anziani salentini, per i quali la morte dell'ulivo è come quella di una persona cara. Di fronte alle foglie seccate dalla xylella le lacrime scendono copiose e bagnano i visi segnati dalla fatica, negli abbracci le donne cercano consolazione per la perdita e ai piedi dell'albero viene infine posta una corona di fiori, per salutarlo come se fosse un figlio di Chiara Spagnolo

Commenta

1 Rigore a due tocchi. Dal dischetto il tiro è "di seconda"222563 visualizzazioni

2 Passeggiata con molestie, Bari come New York177304 visualizzazioni

3 Gabon, dopo 23 anni riabbraccia il gorilla con cui è cres...174166 visualizzazioni

4 Germania, lo spot osé del ministero federale dell'Ambiente 150833 visualizzazioni

5 Giappone, entusiasmo in carrozza:il treno arriva a 500 Km/h112966 visualizzazioni

6 Rosetta, il pianto dello scienziato: ''Chiedo scusa per l...102248 visualizzazioni

7 Come Fantozzi: il campo è allagato ma l'arbitro non molla100817 visualizzazioni

8 Gli italiani assaggiano il menù di Pizza Hut: bocciato100348 visualizzazioni

Issues
Issue(s) that this article relates to, if applicable.
IssueStatusStart
Xylella fastidiosa infection of olive trees in Italyongoing2014-09-17
Workflow
Status: